Rules!

Regole generali per ogni praticante che partecipa agli allenamenti.

1. Partenza: se vi allenate costantemente da anni a nuoto/atletica/calcio/arti marziali/etc, avrete una preparazione che aiutera' a sopportare meglio fatica e sforzi.
Per esperienza sappiamo che i muscoli sollecitati dall'allenamento potrebbero essere diversi da quelli che utilizzate di solito e quindi accuserete comunque un po' di affaticamento: ma, niente paura!
Se siete a corto di attivita' fisica, non fatevi problemi, sara' solo piu' faticoso ma, potete farlo anche voi, avvisateci prima pero', potremmo essere piu' utili a darvi dei consigli più mirati.

2. Nessuna fretta: non azzardare a movimenti di cui non ci si sente pronti.
Essere padroni di un movimento e' un processo che richiede del tempo.
L'approccio "kamikaze" o "chiudo gli occhi e salto" funziona, finché siete fortunati..
Filosoficamente non si e' mai arrivati a essere padroni di un movimento, c'e' sempre una piccola infinitesima parte di una tecnica che puo' essere migliorata, ripetuta, resa piu' fluida.
Dovete partire con cose semplici, anche se puo' sembrare eccessivo, e' necessario portare attenzione anche all'atterraggio da un paio di gradini delle scale: attenzione per i dettagli.

3. Nessuna fretta, again: la velocita' si acquisisce con la pratica.
Si parte piano, si ripete, si velocizza poco, si ripete, etc etc.. etc!  "Be water my friend"!
Controlla sempre le strutture esterne che devi utilizzare in città: possono essere meno robuste o deteriorarsi con il tempo.

4. La paura è una amica, impara a conoscerla.
Si potrebbero scrivere libri su questo argomento e forse ne parleremo approfonditamente piu' avanti.
In questa pratica si e' spesso di fronte a paure motivate e non, che possono indurre diversi tipi di reazione: rinunciare o kamikaze.
Se avete iniziato da poco siete caldamente invitati a partecipare a uno dei nostri corsi per imparare le basi di come muoversi o comunque allenatevi con traceur che abbiano qualche annetto di esperienza alle spalle..meglio se del territorio, possono consigliarvi meglio i posti dove muovervi.
Se la risposta al salto e' "come va, va io ci provo"... meglio rinunciare.
Essere davanti a un salto non vi obbliga a farlo.
Solo voi siete responsabili di un salto, non fatevi influenzare a dover fare salti a tutti i costi.
Una pratica sana, vi portera' a distinguere salti possibili, impossibili e capire come affrontarli o approcciarli.
Affrontare salti quando si ha paura, puo' portare a incidenti, anche mortali.

5. No Gare. In questa disciplina non ci sono gare o competizioni, per questo
non ci appartiene la logica di riuscire a fare qualcosa a tutti i costi o essere piu' bravi di altri.
La sfida e' con se stessi: superare il proprio io, del giorno prima.
Ognuno di noi ha caratteristiche fisiche e mentali proprie e non è detto che tutti, con lo stesso numero di allenamenti, otterremo gli stessi miglioramenti.
Il confronto con gli altri deve essere costruttivo, comprendendo i propri limiti ma, anche le proprie potenzialità e soprattutto comprendendo come migliorare e ridurre al minimo i propri problemi.

6. Community. Non sei obbligato ma, sei invitato ad aiutare altri in difficolta', altri faranno uguale con te.
Se pensi di poter dare un buon consiglio a un altro praticante, non esitare.
Impara da tutti senza limite,: anche il punto di vista di un bambino puo' essere interessante.
I tuoi anni di pratica non siano un impedimento a imparare anche da chi ha meno esperienza.
Le azioni di ogni praticante si ripercuotono sull'intera community.

7. Rispetta il luogo dove ti alleni.
Ultimo ma, non per importanza.
Tieni pulito lo spot dove ti alleni, almeno come lo hai trovato, o meglio di come lo hai trovato.
Non fare l'animale lasciando rifiuti.
Non entrare in proprieta' private.
Fai attenzione a non distruggere strutture esistenti.
Sii comprensivo verso chi ti urla contro mentre ti alleni: spesso e' spaventato perche' non conosce/capisce quello che fai e perché.
Dai spiegazioni, tranquillo e in generale evita lo scontro.
Se ti allontani da un luogo sii pronto a rinunciare: potrai sempre riprovare in altro momento.

Buon Allenamento!